Corsi laurea - Master Universitario - Marketing - Architettura 


VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO E AMBIENTALE NEI PAESI EMERGENTI E IN VIA DI SVILUPPO

Il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura e Società - Polo Regionale di Mantova - attiva il Master Universitario di 1° livello in “Cooperazione internazionale per la valorizzazione del patrimonio architettonico e ambientale nei paesi emergenti

Il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura e Società - Polo Regionale di Mantova - attiva il Master Universitario di 1° livello in “Cooperazione internazionale per la valorizzazione del patrimonio architettonico e ambientale nei paesi emergenti e in via di sviluppo – CIPAA”. Direttore Prof. Marina Molon, Vice-direttore Prof. Giancarlo Leoni, Coordinatore didattico Prof. Valter Barbero, Coordinatore organizzativo Prof. Eleonora BersaniObiettivi formativi e sbocchi occupazionaliIl Master Universitario è finalizzato a specializzare tecnici europei e provenienti da paesi emergenti e in via di sviluppo, affinché siano in grado di elaborare progetti di riqualificazione e valorizzazione dei centri storici e del patrimonio architettonico e ambientale nei paesi emergenti e in via di sviluppo. Gli sbocchi occupazionali sono previsti presso organismi internazionali, istituzioni ed enti pubblici e privati europei ed extra-europei, organizzazioni non governative, imprese profit e no-profit impegnati in progetti di cooperazione per la valorizzazione delle risorse naturalistico – ambientali e storico – culturali.Destinatari e requisiti di ammissioneIl Master Universitario è aperto a 25 allievi, italiani e di altri Paesi europei ed extra-europei, in possesso di diploma universitario o laurea triennale in: Scienze dell’Architettura, Architettura Ambientale, Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, Ingegneria Edile – Architettura, Scienze dei Beni culturali, Scienze Umane dell’Ambiente, del Territorio e del Paesaggio, Economia e Gestione dei Beni culturali, Lettere, Scienze storiche, Scienze politiche, Economia e Gestione Aziendale, Scienze del Servizio Sociale, laurea straniera equivalente.O laurea specialistica in: Architettura, Ingegneria edile – Architettura, Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale, Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, Archeologia, laurea straniera equivalente. L’ammissione al Corso si basa sui titoli e su un colloquio. I titoli sono: titoli di studio, curriculum ed esperienze eventuali, attinenti le tematiche sviluppate dal Corso, già svolte dai candidati. Deve essere dimostrata la conoscenza delle lingue indicate in curriculum. Il colloquio selettivo individuale con la Commissione di Corso di Master Universitario potrà svolgersi anche in teleconferenza, concordandone preventivamente con i responsabili le modalità. Contenuti del Master e organizzazione didatticaLa struttura didattica del Master Universitario prevede n.1500 ore annuali, di cui n.800 ore istituzionali e n.700 ore di studio individuale. L’attività didattica ha una durata complessiva di 12 mesi, articolati in 5 fasi, per un totale di 60 C.F.U.;
ha inizio il 9 maggio 2005 e conclusione l’8 maggio 2006. Le ore istituzionali saranno articolate secondo le seguenti fasi.- FASE 1 - Attività propedeutica.Ha lo scopo di fornire agli allievi una formazione di base per poter comprendere le condizioni di contesto e le specificità dei problemi, le origini e le cause del sottosviluppo, i principali orientamenti e i soggetti coinvolti nelle politiche di cooperazione, i criteri di interpretazione delle condizioni sociali, economiche e culturali delle diverse comunità. Vengono affrontati elementi di diritto internazionale, volti a definire le procedure e le competenze che si intrecciano nei progetti di cooperazione.- FASE 2 – Strumenti di studio, analisi, pianificazione, impostazione e gestione dei progetti.Ha lo scopo di avvicinare gli allievi all’impostazione tecnica specialistica delle fasi preliminari e operative della progettazione, attraverso lezioni, presentazioni di casi esemplari e approfondimenti, individuali e di gruppo, di casi di studio significativi. - FASE 3 – La progettazione degli interventi di cooperazione.In questa fase gli allievi si misurano direttamente con la progettazione di interventi per la valorizzazione delle risorse di valore storico - culturale, dei centri storici, dei beni architettonici e delle risorse di valore naturalistico, ambientale e paesaggistico nei contesti dei paesi emergenti e in via di sviluppo. - FASE 4 – StageDi norma lo stage si svolge, previo accertamento dell’idoneità del candidato, presso istituzioni pubbliche e private, organizzazioni non governative e imprese che operano in paesi emergenti e in via di sviluppo e/o che sono attive nella cooperazione internazionale.- FASE 5 – Preparazione e discussione della tesi.Contributi e partenariatoIl Master Universitario si avvale dell’insegnamento dei docenti afferenti al Dipartimento di Progettazione dell’Architettura e del Dipartimento di Scienza e Tecnologie dell’Ambiente Costruito del Politecnico di Milano.Partecipano, con contributi specifici alle attività didattiche istituzionali, altri docenti dell’Ateneo, ONG e Imprese no-profit come Africa 70, COOPI, MLAL, Transfair e ICS Alessandria. Sono coinvolti nel Master Universitario docenti delle seguenti Università partner:Europee: Escuela Tecnica Superior de Arquitectura de Valladolid, Espana; Technische Universiteit, Eindhoven, Nederland; Visokè Uceni Technickè V Brne, Repubblica Ceca; Universitat Fridericiana, Karlsuhe, Germania; Universidad de Las Palmas de Gran Canaria, Spagna; Ecole de Architecture de Lille et Regions Nord, Francia; Norvegian University of Science and Tecnology, Trondheim, Norvegia; Politechika Poznanska, Polonia; Leeds Metropolitan University, Regno Unito.Extraeuropee: in Brasile l’Instituto Paraibanos de Educaçao di Joao Pessoa e la Universidad Federal do Estado do Espirido Santo di Vitória, in Cile la Pontificia Universidad Católica de Chile di Santiago, in Colombia l’Universidad La Gran Colombia e l’Universidad de Los Andes di Bogotà, a Cuba l’ Universidad de Camaguey, in Ecuador l’Universidad Central del Ecuador di Quito, in Israele la Tel Aviv University di Tel Aviv e il Technion Israel Institute of Technology di Haifa, in Tunisia l'Ecole Nationale d'Architecture et d'Urbanisme di El Omrane, in Messico il Monterrey Tech ITESM di Neuvo Leon e l’Universidad de San Nicolás de Hidalgo, nello Sri Lanka l’University of Moratuwa di Pepiliyana, in Tanzania l’University College of Land and Architectural Studies di Dar es Salaam, in Turchia Middle East Technical University di Ankara, in Venezuela l’Universidad Central de Venezuela di Caracas e l’Universidad Simon Bolivar di Baruta.Il Master è sostenuto da Enti e soggetti pubblici e privati.Titolo e riconoscimentiPer ottenere il titolo di Master Universitario gli allievi sono tenuti a seguire l’attività didattica prevista dal Corso, con una frequenza obbligatoria, accertata mediante controllo delle presenze, per almeno il 75% delle ore previste. La verifica dell’apprendimento verrà effettuata attraverso prove in itinere e discussione degli elaborati sviluppati dagli allievi. L’esame finale per il conferimento del titolo di Master Universitario consiste nella valutazione complessiva della partecipazione al Corso, nella discussione pubblica della tesi e nell’accertamento delle capacità analitiche e critiche e delle competenze tecniche acquisite dall’allievo. A coloro che avranno superato l’esame finale e discusso con esito positivo la tesi, verrà rilasciato il titolo di Master Universitario di primo livello in: “Cooperazione internazionale per la valorizzazione del patrimonio architettonico e ambientale nei paesi emergenti e in via di sviluppo”.Tasse e contributiLa quota di partecipazione al Corso, comprensiva di tassa di iscrizione, è di € 2.000,00 e può essere versata secondo la seguente rateizzazione: I rata di € 1.000,00 al momento dell’iscrizione al Corso, II rata di € 1.000,00 entro il 31 luglio 2005. E’ prevista l’assegnazione di borse di studio a studenti meritevoli, che ne facciano richiesta e che frequentino con profitto il Corso. Si segnala la possibilità di alloggio gratuito per circa 15 studenti regolarmente iscritti al Corso. Adempimenti formaliPer l’ammissione al Master gli interessati devono presentare al Politecnico di Milano – Polo di Mantova, via Scarsellini n. 15, 46100, Mantova, fax 0039-0376-317052/53, e-mail: master.coop.svi@polimi.it, entro le ore 12 del 29 aprile 2005 la domanda di ammissione e i documenti richiesti. Lo schema della domanda e la lista dei documenti necessari possono essere richiesti via e-mail, scaricati dal sito del Politecnico (www.polimi.it) o dal sito del Master (www.coopsvi.polimi.it).Le selezioni avranno luogo il 4 maggio 2005 presso il Politecnico di Milano – Polo di Mantova, via Scarsellini n. 15, Mantova; l’orario di riferimento per ciascun colloquio sarà comunicato successivamente alla verifica delle domande presentate.
Per chiarimenti e informazioni, rivolgersi a:
Segreteria didattica del Polo Regionale di Mantova del Politecnico di Milano;
tel. +39 0376 31 7002, fax +39 0376 31 7052/53,
e-mail: master.coop.svi@polimi.it

Fonte : university.it


altri articoli

home | advertising | privacy
© 2005 - corsi.milano.it